9 cose in elenco

NON C'E' PIU' RELIGIONE!!!

Scritto da Nicola Sventola   luned� 25 gennaio 2010

IMMIGRAZIONE: IL PAPA CHIEDE "SOLUZIONI GIUSTE E PACIFICHE" 24 Gennaio 2010 12:18 CRONACHE CITTA' DEL VATICANO - Il Papa e' tornato a parlare di immigrazione, auspicando "soluzioni giuste e pacifiche ai problemi". Benedetto XVI al termine dell'Angelus si e' rivolto, ringraziandoli, ad un gruppo di esponenti cattolici del 'Movimento dell'amore familiare' riuniti la notte scorsa in una veglia di preghiera dedicata al tema dell'accoglienza degli stranieri in Italia. Un gruppo di immigrati ha chiesto al Papa di spiegargli a chi sta chiedendo soluzioni pacifiche al problema del razzismo, considerato che se non ci pensa il suo capo, è davvero difficile pensare a qualcun’altro che possa fare ciò. BONINO: BRASS FORSE CANDIDATO IN VENETO O LOMBARDIA 24 Gennaio 2010 13:34 POLITICA ROMA - Emma Bonino, candidato del centro sinistra per il Lazio, ha detto di non escludere che il regista Tinto Brass si candidi nelle...

OMAGGIO A VITTORIO GASSMAN

Scritto da Anonimo   marted� 29 luglio 2003

Pubblichiamo qui una sua riflessione scritta per Telèma sulle moderne tecnologie. Paradossalmente speriamo che, come nel nostro caso, voi non vi troviate d’accordo con i contenuti. Si, perchè in tal caso ognuno potrà focalizzarsi sul garbo, l’ironia e l’intelligenza con i quali vengono espresse le opinioni. Stile che fa di questo personaggio, al di là di ogni potenziale riconoscimento in campo artistico, un esempio di umiltà, buon senso e classe vissuti con il sorriso e con il piacere di vivere. D.I. --- Tratto da Telèma: (http://www.fub.it/telema/TELEMA6/Gassman6.html) LO SPETTATORE IN SALA HA UN PRIVILEGIO: SENTE E VEDE IL REALE di Vittorio Gassman Una premessa, per dovere di sincerità: rispetto all'universo telematico e computeristico il mio atteggiamento è decisamente e forzatamente negativo, per più di un motivo. Il primo di tali motivi è la mia innata e quasi patologica mancanza di manualità. Mia madre fu costretta ad allacciarmi le stringhe delle scarpe fino ai...

INVETTIVA CONTRO MICHELE SERRA

Scritto da Paolo Matera   gioved� 22 maggio 2003

Ci sono due diversi modi di essere di sinistra. Uno è quello nobile dei no global, dei pacifisti che non osano spaccare vetrine, e di chi si fa ammazzare sotto le ruspe dei moderni colonialisti; lo stesso degli imprenditori etici e dei commercianti equi e solidali; di chi fa sana e specchiata politica di provincia, e del privato cittadino che s'impone il fastidio quotidiano di fare raccolta differenziata, fino ad arrivare a chi si fa soltanto i cazzi propri per l'intera vita limitandosi a votare tutte le volte per Rifondazione. L'altro è quello spregevolmente lezioso dei decrepiti carbonari da Prima Repubblica, dei cosiddetti "intellettuali" dall'onanismo facile, di quelli che non fanno altro che leccare lo specchio sul quale si riflette la faccia triste della propria inutilità. Così passa le sue giornate Michele Serra. Specchiandosi. Nei propri scritti, ma anche in quelli degli altri, celebrando continuamente il rito stanco della propria stessa idolatria. "Scrivere è l'unica cosa che...

I DIMENTICATI FIGLI DI NESSUNO

Scritto da Paolo Matera   mercoled� 30 aprile 2003

Due sere fa sono nello studio legale di Pierangelo. La gamma di cause pendenti e non che occupa lo smilzo classificatore del mio amico non è delle più interessanti: ci sono diciassette sinistri e una querela per diffamazione e percosse. In attesa che finisca di parlare col suo cliente decido di dare una veloce lettura alla querela. Si tratta di un fatto a dir poco grottesco: una ragazza va a trovare il proprio nonno moribondo in ospedale, e qui viene dapprima apostrofata con frasi del tipo "Vattene, bastarda!", e poi scacciata via a calci e morsi dalle proprie zie. La ragazza è la figlia naturale ma illegittima di una delle sorelle. In un attimo mi sovvengono alla mente le mie stesse vicende familiari: mia nonna non vede più suo figlio da venticinque anni, perché questi aveva deciso di sposare una donna nata da padre sconosciuto. Riflettendo sulla persistenza di certi pregiudizi in un'epoca avanzata come la nostra, non ho potuto fare a meno di considerare come, paradossalmente, anche...

CI SONO FRASI CHE CAPISCI

Scritto da Aldo Vincent   venerd� 7 marzo 2003

Per esempio, aveva detto: “Quando si parlera’ della RAI, mi alzero’ ed usciro’ dalla stanza” Voleva dire che sarebbe andato a casa sua a discuterne con i compagni di merende. Chissa’ cos’avevo capito... Hai sentito? Ieri i presidenti di Camera e Senato hanno rimandato la nomina del CdA della Rai. Poveracci, io li capisco. Gia’ si erano esposti al pubblico ludibrio con i loro discorsi a Pera e tutti questi Casini. Ma eleggere il CdA il Martedi’ Grasso, coi tempi che corrono in Rai, sarebbe stata una vera e propria provocazione! Siamo a crescita zero ed il governo si e’ detto soddisfatto. Se i risultati fossero stati appena appena peggiori, avrebbero dato una festa, probabilmente. La Commissione Europea ha chiesto spiegazioni all’Italia, unica nazione che ha posto il veto sulle norme destinate ad armonizzare la legislazione europea contro il razzismo e la xenofobia. Ha detto l’ingegner Castelli, luminare dei vetri termostatici e per questo messo a capo del ministero...

9 cose in elenco