BABBO NATALE

la storia del "pancione" più amato del mondo

Scritto da Amico Chò   venerd� 29 dicembre 2000

Miei cari apodittici bambini, chi di voi conosce la storia di Babbo Natale? Scommetto sarete in pochi. Ebbene sappiate che il nostro caro "eroe", vestito di rosso, ha una storia assai curiosa: "E' una freddissima notte di dicembre e un vecchio alto e robusto con una lunga barba bianca e un vestito blu, cammina a fatica nella neve e nel fango, sotto il peso di un grosso sacco. Arriva nei pressi della poverissima e isolata casa di alcuni contadini e vi entra. All'interno tutto tace, tutti dormono; questo è l'unico placebo per non sentire i morsi della fame, "malattia" assai diffusa fra i poverissimi. Si avvicina quindi al camino spento ed estrae dal suo sacco un involto contenente cibo, indumenti e qualche moneta. Sempre in silenzio esce dalla casa richiudendo la porta sul respiro pesante degli adulti e sul sonno leggero dei bambini. Nel gelo di quella notte del 24 dicembre, egli affretta il passo: le case dei poveri sono molte, ma il tempo a disposizione è breve. Questi è un uomo particolare, un vescovo:
“ Nicola."
Egli visse nel 4° secolo d.C., ma non si hanno documenti storici che lo riguardino; si sa comunque che nacque a Pastora (Licia-odierna Turchia) da una ricca famiglia e che da giovane viaggiò molto; soprattutto in Egitto e Palestina e al suo ritorno, fu nominato vescovo di Mira ed imprigionato durante la persecuzione di Diocleziano. Venne in seguito liberato da Costantino e partecipò al primo concilio di Nicea. Nel 1087 dei marinai pugliesi, trafugarono le sue spoglie e le portarono in Puglia dove a tutt'oggi sono custodite. Gli "vennero accreditati" anche dei miracoli al punto che il vescovo, venne sostituito dall'immaginario popolare dalla figura di "Babbo Natale", una specie di mago buono. Gli unici a rimanere legati a San Nicola, furono i protestanti che lo chiamarono Sinte Klass (Sanctus Nicolaus) e ne trasferirono le tradizioni ai loro insediamenti in America. In seguito i coloni inglesi, modificarono il "nome" Sinte klass in Santa Claus. A dare a quest'uomo l'immagine odierna, fu il disegnatore americano Thomas Nast ed in tal modo riscosse un gran successo a livello popolare. Visto ciò, la Coca Cola, fece di tale immagine il proprio testimonial pubblicitario.
Quindi cari amici, se tra la notte della vigilia e quella di natale, vedete uscire quatto, quatto "dal camino" della vostra casa un pancione in abito blu, non sparategli, non è un ladro; è solo il caro Babbo Natale che, finalmente, si è deciso a cambiarsi d'abito.
Informazioni tratte dalla rivista " I MISTERI"