4 cose in elenco

L’ANGOLO DELLA POESIA

Scritto da Flavio Oreglio   sabato 23 febbraio 2002

Ogni mattina un pettirosso si alza e vola. Ogni mattina un canarino si alza e canta. Non importa che uccello hai, l'importante è che si alzi! -- FESTA I fuochi d'artificio... canti, le grida... gli echi degli urrà... e degli evviva... Eh, stasera al nonno gli tira!!! -- Nel mondo la povertà aumenta di continuo ma... domani il sole sorgerà ancora. Nel mondo le guerre mietono vittime ma... domani il sole sorgerà ancora. Nel mondo la fame di ricchezza distrugge ogni cosa ma... domani il sole sorgerà ancora. Nel mondo... Certo che il sole se ne sbatte i coglioni di quel che accade nel mondo! -- Non piangere cara e cerca di capire mi piace quando mi accarezzi il collo adoro sentire i tuoi buffetti sulle guance bellissimo quando mi copri gli occhi e mi chiedi "chi sono?" però cazzo, quando guido non mi devi rompere i coglioni!! -- Vedo vedo un camoscio e gli stambecchi saltare un'aquila vola in alto e le marmotte zampettano circospette amore, sei sicura che di qui si va a...

L’ANGOLO DELLA POESIA

Scritto da Flavio Oreglio   sabato 23 febbraio 2002

L'articolo è stato spostato: clicca qui

L’ANGOLO DELLA POESIA

Scritto da Flavio Oreglio   gioved� 24 maggio 2001

Ho visto gente vivere in baracche ho visto gente nutrirsi di rifiuti ho visto gente morire per strada: che vacanze di merda che ho fatto quest'anno -- Love Story Un profumo nell'aria dello champagne sulla tavola un vestito sul tappeto e nel mio letto tu: cane di merda -- E' notte Un gufo mi guarda la luna mi sorride le stelle mi parlano e le nuvole creano disegni di ogni tipo: la devo smettere di farmi le canne -- Noi Noi amanti perduti nella tempesta noi amanti battuti dal vento noi amanti frustati dall'uragano amore: ma vaffanculo te e il picnic -- Amore Amore il tuo viso mi ricorda la bellezza scultorea di Poppea amore la tua tenacia mi ricorda la forza eburnea di Cleopatra amore la tua astuzia mi ricorda l'efebica astuzia di Messalina amore, c'hai fatto caso che mi ricordi solo delle grandi puttane -- Certo difficile crederci ma il verde che c'era ormai non c'e più e il grigio ha preso il suo posto certo vorrei non fosse vero ma tra ciò che c'era prima e ciò che c'e adesso la...

“Ho un sacco di compiti per lunedì”

Scritto da Flavio Oreglio   gioved� 24 maggio 2001

Da insegnante ad allievo. Questo è il comico – ma con tutti i benefici della migliore canzone d’autore – destino di un professore di matematica nato a Peschiera Borromeo quarant’anni fa, appassionato di blues e di rag time, che all’inizio degli anni ’80 decide di fare il chansonnier. Ma sarà colpa e merito delle cattive compagnie che il suo percorso musicale s’intreccia con il mondo del cabaret (passando attraverso il Derby, per approdare a Zelig) dando così vita ad un genere inedito che fonde appunto la ballata cantautorale e la canzone umoristica. Flavio Oreglio, scrittore, attore, cabarettista e pianista di talento, torna dopo sei anni con un nuovo progetto discografico intitolato “Ho un sacco di compiti per lunedì”, album a tredici mandate, in chiave di violino, contrabbasso, chitarre acustiche ed elettriche, dove i temi svolti dallo studente Oreglio variano da esplorazioni nel pianeta calcio (la bellissima “Ciclone” dedicata a Paolo Pulici), a feroci ventate sarcastiche a sfondo...

4 cose in elenco